Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Elenchi massoni/La Glri ricorre al Riesame contro i sequestri: nessuna notitia criminis – Falle interne alle obbedienze

Amati lettori di questo umile e umido blog, da ieri vi sto dando conto del ricorso che la Gran loggia regolare d’Italia (Glri), con il Gran maestro Fabio Venzi, l’11 marzo 2017 ha presentato alla sezione del Riesame del Tribunale di Roma contro il sequestro degli elenchi dei massoni calabresi e siciliani (dal ’90 ad oggi) disposti dalla Commissione parlamentare antimafia. Ricorso firmato dall’avvocato Massimiliano Albanese del foro di Reggio Calabria e dall’avvocato Vincenzo Montanino del foro di Santa Maria Capua Vetere. Un ruolo importante l’ha svolto anche l’avvocato Federico Bergaminelli, esperto di privacy e a capo dell’Istituto italiano anticorruzione.

Una sfida legittima sul filo del diritto alla presidente Rosy Bindi (ovviamente si scrive Bindi per sintesi ma si legge l’intera Commissione antimafia, c’è bisogno di spiegarlo?) e una alla suprema Corte di cassazione, che a sezioni unite penali, con la sentenza n. 4 del 12 marzo 1983 (presidente Mirabelli, estensore Satta Flores pm Suriano), aveva stabilito che «non sussiste la giurisdizione dell’autorità giudiziaria ordinaria, né di alcun’altra autorità giurisdizionale, sulla domanda di annullamento dell’atto di commissione parlamentare d’inchiesta». Detto chiaro e tondo: nessun ricorso al Tribunale del Riesame.

A modesto avviso di questo umile e umido blog la parte più importante, interessante e stimolante del ricorso è quella in cui Venzi – ovviamente attraverso i legali – dice: il decreto che la Commissione parlamentare antimafia ci ha sventolato sotto il naso il 1° marzo attraverso lo Scico della Gdf di Roma non consente di rilevare l’esistenza dell’acquisizione di qualsivoglia notitia criminis.

Secondo l’articolo 253 del codice di procedura penale (oggetto e formalità del sequestro, ndr), il sequestro è disposto con decreto motivato e il presupposto indispensabile per l’adozione di qualunque forma di sequestro è il fumus commissi delicti, cioè la probabilità di effettiva consumazione del reato. Il decreto di perquisizione e sequestro – secondo i legali della Glri – non individua alcuna ipotesi di reato a carico di chicchessia e neppure reca l’indicazione di norme che si ritengono violate. Ed essendo la responsabilità penale personale…

Secondo la Glri ne consegue che, mancando una concreta notitia criminis, le cose sequestrate in esecuzione del decreto impugnato non possono essere qualificate “corpo del reato” e neppure “cose pertinenti al reato”.

L’atto sarebbe dunque illegittimo.

Che cosa accadrà ora? Se la sezione Riesame del Tribunale penale di Roma, presieduta dal magistrato Bruno Azzolini, dovesse accogliere la richiesta, dovrebbe restituire tutti i documenti alla Glri. Non solo: aprirebbe un fronte per analoghe e immediate richieste delle altre tre obbedienze coinvolte da analoga sorte (Grande oriente d’Italia, Serenissima gran loggia d’Italia e Gran loggia d’Italia degli Antichi liberi accettati muratori).

Per dare modo ai magistrati del Riesame di valutare il ricorso, la Commissione parlamentare dovrebbe depositare gli atti dell’inchiesta svolta ma di fronte ad un rifiuto alla consegna, come si comporterebbe il Riesame?

Delle due l’una: o rimette la questione alla Corte Costituzionale (che sarebbe costretta a ripartire da quanto affermato nell’83) o si dichiara incompetente. E a quel punto sarebbe la Glri a rivolgersi sicuramente alla Suprema Corte (quale più ghiotta occasione?), seguita forse dalle altre obbedienze massoniche coinvolte.

C’è da giurare che tutte queste mosse saranno state previste dalla folta consulenza della commissione antimafia, di cui fanno parte i magistrati Edi Ragaglia,  già presidente di sezione al tribunale di Ancona, Marzia Sabella che viene da Palermo (sorella di Alfonso Sabella, ex assessore alla legalità del Comune di Roma e a sua volta magistrato antimafia per una vita a Palermo), Kate Tassone proveniente dalla Corte d’appello di Reggio Calabria e Giuliana Merola dal tribunale di Milano.

Ah, un’ultima cosa. Tra i motivi del ricorso anche una lunga dissertazione sul rischio concreto che, nonostante la legge imponga Commissione antimafia la segretezza degli elenchi acquisiti, i nomi dei massoni iscritti alle obbedienze possano trapelare. Come?

Il ricorso dice che sono in troppi ad avere quegli elenchi o a poter avere accesso ai nomi: i 50 parlamentari, i collaboratoti, i consulenti, etc etc etc e quindi, si lascia intendere, prima o poi…

Curioso che il ricorso non prenda in considerazione il primo, più immediato, concreto e reale rischio: che gli elenchi e i relativi nomi (magari a rate e/o incompleti) escano dalle stanze delle stesse obbedienze.

Il motivo? Semplice: è un modo come un altro per condurre battaglie nel nome della legalità, della trasparenza o per condurre proprie battaglie all’interno delle rispettive obbedienze massoniche. E’ successo nel passato, non vedo perché non possa succedere ancora. E vedrete, anche alla luce di quanto scriverò tra poche ore in relazione a Trapani e provincia, che il rischio di “falle” nella tenuta degli elenchi è quanto mai legittimo e reale.

Bene, ora mi fermo. A domani.

r.galullo@ilsole24ore.com

(si leggano anche

Esclusivo/Gran loggia regolare (Glri) fa ricorso al Tribunale del Riesame contro il sequestro degli elenchi dei massoni

Elenchi massoni/ Effetto valanga dai sequestri: le domande delle Logge mondiali e il rischio di fuga dalle obbedienze

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/16/esclusivo-il-testo-del-decreto-di-perquisizione-e-sequestro-al-goi-tra-i-motivi-lo-scioglimento-dimenticato-di-una-loggia-calabrese/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/15/elenchi-massoni-la-gran-loggia-regolare-ditalia-depenna-chi-non-da-il-consenso-alla-legge-sulla-privacy/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/10/elenchi-massoni-le-logge-non-potranno-ricorrere-contro-il-decreto-di-sequestro-della-commissione-antimafia-il-precedente-della-p2/

Elenchi massoni: il rebus della perquisizione di Palazzo Giustiniani sede storica del Goi – Gdf: notte fonda nella Gran loggia d’Italia

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/07/i-massoni-con-le-crepe-e-il-buco-nellacqua-con-la-commissione-parlamentare-antimafia-intorno/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/02/elenchi-massoni-la-perquisizione-della-gdf-nella-sede-del-grande-oriente-ditalia-e-finita-allalba-la-risposta-del-goi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/21/elenchi-massoni-nuovo-duro-scontro-tra-commissione-antimafia-che-si-sente-presa-per-il-naso-e-goi-che-intanto-pensa-alla-calabria/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/10/esclusivo2-la-lettera-di-addio-al-goi-del-gran-maestro-di-bernardo-nel-93-le-comunioni-massoniche-estere-ci-hanno-condannati/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/09/esclusivo1-la-lettera-di-addio-al-goi-del-gran-maestro-di-bernardo-nel-93-ecco-perche-consegno-gli-elenchi-dei-massoni-al-pm-cordova/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/08/elenchi-massoni-altro-che-dare-i-nomi-allo-stato-e-lo-stato-che-riconsegna-con-le-scuse-gli-elenchi-di-cordova-al-goi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/24/elenchi-massoni-nessuno-batte-la-calabria-nelle-affiliazioni-1-ogni-293-residenti-ecco-i-numeri-regione-per-regione/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/22/elenchi-massoni-scontro-agli-sgoccioli-lantimafia-convoca-in-settimana-altre-tre-obbedienze/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/23/4589/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/20/bisi-goi-in-commissione-antimafia1-scontro-sugli-assessori-massoni-nel-regno-di-messina-denaro-i-nomi-della-loggia-di-castelvetrano/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/22/bisi-goi-in-commissione-antimafia3-le-colonne-di-ercole-abbattute-nelle-logge-di-locri-gerace-e-brancaleone-questione-di-guanti-e-grembiuli/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/26/che-fine-ha-fatto-lobbligo-di-dichiararsi-massoni-nella-pa-sancito-dal-consiglio-di-stato-rosy-bindi-ce-lo-ricorda/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/27/bindi-in-commissione-antimafia-al-gran-maestro-bisi-fuori-gli-elenchi-dei-massoni-sara-guerra-senza-esclusione-di-colpi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/13/ultimora-il-gran-maestro-del-goi-stefano-bisi-mercoledi-18-torna-in-commissione-antimafia-e-questa-volta/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/18/stefano-bisi-gran-maestro-del-goi-ho-gia-spiegato-perche-non-possiamo-fornire-gli-elenchi-dei-fratelli/)

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/12/13/a-vibo-valentia-un-massone-ogni-18-maschi-maggiorenni-i-sandali-nella-polvere-e-la-testa-nel-cielo-di-tutta-la-calabria/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/10/rete-di-matteo-messina-denaro1-beppe-lumia-chiede-al-ministro-alfano-di-acquisire-le-liste-dei-massoni-siciliani/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/11/rete-di-matteo-messina-denaro2-il-pentito-la-maggior-parte-delle-decisioni-erano-subordinate-alla-loggia/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/12/rete-di-matteo-messina-denaro3-lo-spirito-della-fu-loggia-scontrino-e-piu-vivo-e-vegeto-che-mai/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/16/rete-di-matteo-messina-denaro4-a-trapani-la-legge-imposta-dalle-logge-selvagge/)

  • cesare de gasperis |

    Mi rendo conto che sto abusando dello spazio riservato agli interventi, ma oggi è la giornata delle vittime della Mafia e ho 950 motivi , uno per ogni vittima oggi ricordata , per riflettere su questo Blog, che della lotta a tutte le Mafie fa un crudo resoconto giornaliero , sulla grottesca e triste guerra degli elenchi .
    Brutta Guerra e Brutta Storia.
    Chi vince in questo scontro in realtà non vince nulla perché si torna ad una situazione di stallo che non fa bene a nessuno , se non alla Criminalità . Chi perde in questo scontro, perde la credibilità, esce indebolito ed a guadagnarci è solo la Criminalità .
    Questa è una Guerra che l’Italia degli Onesti, certamente presenti in entrambe le fazioni in contrasto, ha comunque perso in partenza .
    Questa Guerra è di per se , come tutte le guerre, una sconfitta della ragionevolezza e della legalità . Persone di buona volontà , se veramente tali, trovano sempre un punto di equilibrio tra interessi diversi e reciproche libertà . In fondo , non hanno tutti detto di essere per la legalità ? Ma allora, se si lotta per la legalità, come è possibile trovarsi gli uni contro gli altri ?
    Dove stiamo sbagliando ?
    O forse è solo una (sotterranea , ma mica tanto..) lotta di potere e della legalità non interessa a nessuno ?
    Ma se è cosi ,
    «What do we do now?».
    Detto in romanesco:
    «che famo ‘mo?».
    Io so solo una cosa, che se fossimo nati e cresciuti in una Nazione normale, una giornata del “Ricordo” come quella di oggi non sarebbe mai dovuta e potuta esistere .

  Post Precedente
Post Successivo