Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Comune di Corsico premia gli imprenditori edili onesti con un bonus sulla volumetria delle case

La bacchetta magica di Merlino passa di mano. Solo che non è quella del leggendario mago artefice della Tavola rotonda ma di Giovanni Fazzi, sindaco della cittadina del Lodigiano, che si chiama proprio così. Un anno fa la sua Giunta varò un protocollo di legalità, innovativo e rigoroso, che consente agli imprenditori edili che lo sottoscrivono di avere in regalo un bonus volumetrico per costruire nuove case e immobili.
Oggi quel protocollo di trasparenza e legalità sta per essere fatto proprio anche dal Comune di Corsico, paese di 35mila abitanti alle porte di Milano, negli anni diventato una calamita irresistibile per la ‘ndrangheta. Il sindaco Maria Ferrucci lo approva. Assimpredil, l’associazione degli imprenditori edili, lo benedice.
Si tratta di un'innovazione – spiega l’assessore all'Urbanistica Emilio Guastamacchiamai utilizzata. In analogia con quanto fatto dal Comune di Merlino, abbiamo regolato la possibilità di incrementare la volumetria edificabile (attraverso la cosiddetta premialità volumetrica, prevista dalla legislazione urbanistica lombarda con la legge regionale n°12 del 2005) a fronte della sottoscrizione del protocollo di trasparenza”. Un'idea sulla quale il sindaco Ferrucci e l’assessore Guastamacchia si sono voluti confrontare anche con i vertici della zona ovest milanese di Assolombarda, nel corso di un incontro svoltosi nel settembre 2011.
Il protocollo di trasparenza, già pronto in bozza, diventerà operativo una volta concluso, entro la fine di marzo, l’iter di approvazione del Piano di governo del territorio (Pgt).  “Con l’adesione al protocollo – spiega Guastamacchia gli operatori immobiliari interessati a intervenire nelle aree soggette a trasformazione urbanistica, in cambio del bonus volumetrico si impegnano a trasmettere all’ufficio tecnico comunale informazioni sulla composizione societaria, sui contratti per lavori e forniture, sui subcontratti e sulla tracciabilità dei pagamenti, adottando gli adempimenti antimafia in vigore solo per gli appalti pubblici. Ovvero si è scelto di equiparare i cantieri per interventi privati al sistema di controlli oggi da attivare per le opere pubbliche. L’attività di controllo che gli uffici comunali dovranno effettuare sarà supportata dal Prefetto di Milano, quale autorità competente”.
Attraverso questa procedura l’amministrazione di Corsico ha scelto di agire su una componente particolarmente sentita dagli operatori immobiliari: la volumetria edificabile. Infatti, l’attribuzione di un indice di edificabilità (ovvero la quantità di volume costruibile per ogni unità di terreno disponibile) costituisce da sempre il terreno di confronto tra i soggetti pubblici (generalmente i Comuni) e gli operatori privati. E diventa un parametro determinante nella sostenibilità economica di un intervento immobiliare soprattutto in un periodo di recessione come quello che sta attraversando l’Italia. “Una premialità del 7% – conclude l'assessore Guastamacchia che si traduce potenzialmente in circa 20.000 mc, quindi oltre sessanta alloggi”.
r.galullo@ilsole24ore.com
P.S. Potete acquistare il mio libro: “Vicini di mafia – Storie di società ed economie criminali della porta accanto” online su www.shopping24.ilsole24ore.com con lo sconto del 10% e senza spese di spedizione