Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In edicola con il Sole-24 Ore il mio nuovo libro “Vicini di mafia”: date un altro calcio in faccia alle mafie!

Cari amici di legalità,

riprendo da dove ci eravamo lasciati poco più di un anno fa con il mio primo libro-inchiesta “Economia criminale – Storie di capitali sporchi e società inquinate”.

Proprio il modo caloroso, massiccio e inaspettato con il quale è stato accolto quel libro di inchiesta giornalistica, frutto di anni di lavoro come inviato di temi di economia criminale e mafie al Sole-24 Ore e a Radio 24 (è ancora disponibile su www.shopping24.ilsole24ore.com, basta digitare nella fascia “cerca” il nome del libro) mi ha spinto a scriverne un secondo che da due settimane e fino al 15 dicembre potrete acquistare in edicola con il Sole-24 Ore al prezzo di 12,90 euro o su www.shopping24.ilsole24ore.com.

Il libro si chiama: “Vicini di mafia – Storie di società ed economie criminali della porta accanto”.

Proprio la curiosità e l’interesse che hanno accompagnato la lettura di quelle storie e di quei racconti di società ed economie criminali del nord – Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia – mi hanno convinto nella necessità di continuare su quella strada e scrivere ancora di quello che sta accadendo in territori che la vulgata pubblicistica ritiene sottratti o poco permeabili alle mafie, come il Trentino, l’Alto-Adige, il Friuli-Venezia Giulia. Regioni nelle quali – fino a qualche anno fa – c’era chi professava la certezza che le mafie non sarebbero mai penetrate. Da qualche tempo, approfittando della crisi mondiale e degli enormi capitali sporchi da riciclare, si affacciano, invece, prepotentemente anche lì.

La curiosità del giornalista appassionato di legalità mi ha spinto a raccontare quel che sta accadendo in regioni come l’Abruzzo e il Molise dove la tragedia del terremoto e la vicinanza ad aree a forte penetrazione mafiosa, hanno consentito e consentono alle cosche calabresi, campane, siciliane e pugliesi di mettere radici nei settori tradizionali: ciclo del cemento, edilizia, commercio, turismo.

In questo libro ci sono volti e storie comuni e poco conosciute – e proprio per questo possono avvicinare tutti alla lettura – di chi cerca di piegare anche la Toscana, l’Emilia Romagna e il Lazio ai propri voleri criminali. Ci sono anche i volti e le storie di chi si oppone, spesso nel silenzio e nell’omertà di chi ha paura o non ha ancora sviluppato gli anticorpi necessari per combattere.

C’è – inattesa e foriera di polemiche per la fierezza che ha sempre accompagnato il popolo che l’abita – anche una regione esposta al vento della natura ma anche alla nuova bufera delle mafie: la Sardegna.

Un discorso a parte ha meritato l’attenzione dedicata a Roma che – con il colpevole e consapevole silenzio della politica e delle classi dirigenti – è ormai un laboratorio mondiale delle mafie finanziarie di tutto il mondo, che convivono in un’armonia criminale rotta, di tanto in tanto, dalla necessità di cercare nuovi equilibri.

Un libro-inchiesta – non sarà l’ultimo perché altri territori devono essere ancora raccontati – che è racchiuso nella copertina. In quella mano che discretamente socchiude le strisce della persiana che, ne sono certo, vi colpirà acquistando il libro.

E’ la mano mafiosa di chi spia le mosse del vicino per colpirlo nella vita, negli affetti e negli affari ma può essere, al contrario, la mano tremante e timorosa di chi si sente minacciato o braccato da una violenza criminale che non pensava potesse coinvolgerlo o stravolgere la propria esistenza e quella del proprio mondo.

La mafia della porta accanto, per intenderci. Quella che interessa e deve interessare tutti noi. Dovunque noi lavoriamo e abitiamo.

Quella fessura socchiusa di una finestra serrata deve diventare lo spiraglio attraverso il quale la legalità deve trovare la forza di illuminare coscienze e vite. Altrimenti saremo una popolo senza futuro.

r.galullo@ilsole24ore.com

(Prego tutti coloro i quali non dovessero trovarlo in edicola di provare in altra edicola della città e comunque segnalarmi i disservizi: r.galullo@ilsole24ore.com)

  • galullo |

    Egregio Massimo,
    mi scusi x il ritardo con il quale Le scrivo ma ho appena saputo che è impossibile acquistare online il libro dall’estero. Per questo non riesce ad accedere.
    cari saluti
    roberto

  • massimo |

    Sig Galullo, vivendo all’estero l’unico modo per acquistare il libro “vicini di mafia” est attraverso il link segnalato. Ma quel testo non est nella lista. puo aiutarmi grazie.
    massimo malentacchi

  Post Precedente
Post Successivo