Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lettera del Consorzio Lo.Tr.as di Campobello di Licata (Agrigento)

Il Consorzio Lo Tr.as di Campobello di Licata (Ag) tramite il suo Direttore generale Salvatori Puleri, in relazione ad un articolo apparso su questo blog il 28 novembre 2014 precisa che «l’articolo nel riportare la notizia della recente operazione Caronte nella conclusione fa riferimento al Consorzio Lo.Tr.as. Logistica & Trasporti ingenerando così un implicito insinuante e grave  collegamento tra i risultati dell’inchiesta e il Consorzio stesso.

Il Consorzio Lo.Tr.as. precisa che al di là di marginali e generiche menzioni, dall’indagine in questione non emerge alcuna responsabilità o coinvolgimento diretto o indiretto della nostra struttura nei reati contestati a persone, strutture consortili e società di capitali coinvolte.

Per quanto riferito in merito alla gestione dei fondi pubblici destinati al rimborso eco-bonus marittimo il Consorzio Lo.Tr.as. precisa e chiarisce che ha sempre istruito con la massima trasparenza le pratiche d’incentivo e che ogni interessamento da parte di soggetti controindicati nell’operazione Caronte non può che corrispondere ad un abusivo millantare da parte di chi si è riferito alla nostra struttura.

Per le pratiche in questione la prestazione professionale resa dal Consorzio nella liquidazione dei contributi è stata oggetto di specifica verifica da parte degli organi competenti dando piena evidenza di come non solo sia stato tutto tracciato con documentazione contabile e bancaria ma che ogni contributo è stato correttamente erogato esclusivamente e direttamente agli aventi diritto.

Il nostro Consorzio ha di fatto gestito questo tipo di servizio per conto di altre strutture sempre con la stessa perizia e trasparenza. Inoltre tutta l’attività di istruttoria e rendicontazione è sempre stata gestita direttamente dal personale incaricato del Consorzio Lo.Tr.as presso gli uffici competenti sia a livello regionale che nazionale.

Tuttavia il Consorzio Lo.tr.as ogni qualvolta ha percepito il pericolo nella sua quotidiana attività d’impresa di travalicare la normale relazione commerciale mirata a condizionamenti di altra natura ha immediatamente interrotto ogni rapporto e collaborazione, aprendo specifici contenziosi per rendere trasparente i suoi interessi e le sue azioni.

Il Consorzio Lo.Tr.as. ha manifestato da subito la volontà di rendere ogni opportuno chiarimento alle istituzioni competenti nel caso in cui ciò possa essere dirimente agli accertamenti del caso. Tutto ciò come fatto nel tempo nello spirito di massima trasparenza e piena collaborazione con le forze inquirenti».