Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Buone Feste/ Suor Isidora al politico in terra di camorra: “Se vai alla Provincia fai qualcosa per l’Istituto”

Cari amici di blog sto analizzando da diversi giorni moltissimi aspetti dell’operazione “Il Principe e la (scheda) ballerina” della Dda di Napoli con la quale il 6 dicembre ha indagato 73 persone tra le quali imprenditori, funzionari, clan e politici del calibro dell’onorevole Nicola Cosentino per il quale è stato chiesto l’arresto, sospeso in virtù della qualifica parlamentare. Al centro della vicenda c’è il centro commerciale Il Principe, che avrebbe dovuto essere costruito proprio nella terra di Gomorra. Un centro commerciale che, secondo i pm. sarebbe poi servito per riciclare una parte delle immense fortune dei clan Russo, Schiavone e Bidognetti sia nella realizzazione delle opere necessarie per la costruzione del centro commerciale, sia nella acquisizione della totalità o di parte delle attività commerciali e dei servizi (ristorazione, parcheggi, pulizia eccetera).

Visto che siamo in clima di festività natalizie e a poche ore dal brindisi di fine anno, vi riporto questi passaggi intercettati dalla sala ascolto della Procura di Napoli dai quali si evince che Antonio Corvino (arrestato nell’operazione) si è interessato per l’assunzione di una ragazza presso un istituto religioso, retto da tale suor Isidora non meglio identificata, la quale, di rimando, chiede testualmente a Corvino: “se vai alla Provincia fai qualcosa per questo istituto”.

La conversazione si svolge il 13 febbraio 2010 delle ore 11.16

Suor Isidora: pronto

Antonio: pronto buongiorno suora, sono l’assessore Corvino

Suor Isidora: si

Antonio: c'è Suor Isidora

Suor Isidora: sono io sono io

Antonio: suor Isidora buongiorno

Suor Isidora: Antonio buongiorno

Antonio: ho chiamato per quella cosa della sorella di Enza

Suor Isidora: si

Antonio: e niente ci volevano due righe vostre che facevate una richiesta

Suor Isidora: io la domanda l'ho fatta

Antonio: dove sta?

Suor Isidora: già sta al Comune perché chiedo aiuto e cose, già sta al Comune

Antonio: una copia la tenete?

Suor Isidora: si si

Antonio: e allora me la mandate per Enza?

Suor Isidora: lunedì e ma ora mercoledì se ne parla

Antonio: quando volete, mercoledì allora

Suor Isidora: si e perché domani ….lunedì e martedì è festa

Antonio: e mercoledì allora vengo, viene Enza viene a prenderla e me la riporta va bene?

Suor Isidora: va bene

Antonio: va bene grazie

Suor Isidora: in modo che io già ho fatto la domanda ed infatti mi hanno dato anche per un mese due ragazze e poi se ne … noi dobbiamo stare attenti ed apposto con le carte

Antonio: non vi preoccupate

Suor Isidora: va bene Antonio

Antonio: si si

Suor Isidora: ma ti candidi per la Provincia?

Antonio: Provincia e Comune si

Suor Isidora: uhe se vai alla Provincia fai qualcosa per questo istituto

Antonio: ..inc.le.. poi ci vediamo da voi suora

Suor Isidora: va bene ci vediamo.

Il 26 marzo 2010 delle ore 19.58 Antonio Corvino parla con Enza e nel corso della conversazione il politico informa Enza di essere riuscito a fare “l’impossibile” per il cognato chiedendo contestualmente voti per le elezioni. Enza replica dicendo che due preferenze sicuramente ci saranno a suo favore “due ce li fanno uscire”:

Enza: pronto

Corvino:Enza

Enza: oh

Corvino: io sto facendo l'impossibile per tuo cognato

Enza: embè

Corvino: devi dire così però poi dopo se non voti a quello si prende collera veramente eh

Enza: te lo giuro su Dio ha detto pure il padre non sono degna di nominarlo te lo giuro davvero

Corvino: ok ci sentiamo

Enza: due ce li fanno uscire

Corvino: ok

Enza: ciao

Nella terra di Gomorra nessuno, dunque, sfugge alle relazioni pericolose.

r.galullo@ilsole24ore.com

P.S. Il distributore sta provvedendo al ritiro del mio libro: “Vicini di mafia – Storie di società ed economie criminali della porta accanto”, che è rimasto per un mese in edicola con il Sole-24 Ore al prezzo di 12,90 euro. Se non lo trovate più potete acquistarlo online su www.shopping24.ilsole24ore.com con lo sconto del 10% e senza spese di spedizione