Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Massomafia/2 Dolce (Dna): «La struttura riservata di ‘ndrangheta gestisce il potere, quello vero, reale» – Quello che regola vita e morte al sud

Amati lettori di questo umile e umido blog da lunedì ho ricominciato a parlare di un tema a me caro: l’incompatibilità assoluta tra servitori dello Stato tout court e l’affiliazione alla massoneria (rectius: le massonerie).

Orbene, lunedì abbiamo parlato di un disegno di legge in materia (rimando in fondo al pezzo per il link) presentato dal deputato Claudio Fava e, contemporaneamente, abbiamo cominciato a vedere come l’auspicio di un divieto di iscrizione, si coniughi fattivamente alle evidenze investigative (con procedimenti in corso) che mettono all’indice la connivenza (forse peggio) tra alcuni magistrati, alcuni servitori dello Stato e alcune logge massoniche.

Martedi e mercoledì abbiamo proseguito sullo stesso filone, con un approfondimento che riguardava la Sicilia. Ieri ho scritto della “struttura riservata” di ‘ndrangheta che opera a Reggio Calabria (rimando ai link sempre a fondo pagina) e oggi proseguo sull’abbrivio.

Un’attenta riflessione, scrive il consigliere della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo (Dna) Salvatore Dolce, parlando della struttura riservata della ‘ndrangheta, merita soprattutto la figura di Paolo Romeo, già condannato con sentenza passata in giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa, ritenuto dall’accusa il vero e proprio motore dell’associazione segreta emersa nel procedimento Fata Morgana e compiutamente delineatasi con le indagini Reghion e Mammasantissima, dimostratasi in grado di condizionare l’agire delle istituzioni locali, finendo con il piegarle ai propri desiderata, convergenti, ovviamente, con gli interessi più generali della ‘ndrangheta.

 

Soggetto, questo Romeo, venerato a Reggio Calabria come una madonna pellegrina, che le diverse indagini, prosegue Dolce, hanno delineato quale appartenente al mondo massonico e, al contempo, uomo di vertice dell’associazione criminale, dei cui interessi è portatore, nel mondo imprenditoriale ed in quello politico, ruolo svolto con accanto personaggi che sono sostanzialmente gli stessi quantomeno dal 2002, dunque da circa 15 anni, senza dimenticare i suoi antichi e dunque ben solidi rapporti con la destra estrema ed eversiva, nel cui contesto, versa la fine degli anni 70, ebbe modo di occuparsi della latitanza di Franco Freda, imputato a Catanzaro nel processo per la “strage di Piazza fontana”, organizzandone anche – unitamente ad affiliati di peso della ndrangheta, tra i quali Filippo Barreca – la fuga all’estero dopo avergli procurato una falsa identità.

Dolce, nel prosieguo dell’analisi fa un passo indietro verso quella “santa” che, nel frattempo – ad avviso di questo umile e umido blog – nel frattempo è diventata quantomeno altissima, purissima, “santissima”. Anzi: mammasantissima.

«Tale struttura, apicale ma al contempo riservata, denominata santa  – scrive infatti il consigliere –  è stata costituita per delineare le scelte strategiche dell’agire della ndrangheta, quantomeno del mandamento di “Reggio città”, scelte via via concretizzatesi nell’individuazione, dei settori economici in cui investire, dei rami della pubblica amministrazione in cui avere stabili punti di riferimento, dei territori su cui far realizzare opere pubbliche e, conseguentemente, dei comuni che avrebbero formalmente gestito di relativi appalti e, soprattutto, dei soggetti su cui convogliare i pacchetti di voti in occasione delle varie competizioni elettorali, dal livello comunale a quello Parlamentare, sia nazionale che europeo».

Attenzione ora a quanto scrive Dolce (le definizioni lasciano il passo ai fatti): «All’interno di questa cabina di regia criminale è stato gestito il potere, quello vero, quello reale, quello che decide chi, in un certo contesto territoriale, diventerà sindaco, consigliere o assessore comunale, consigliere o assessore regionale e addirittura parlamentare nazionale od europeo».

Bene. Per ora mi fermo qui ma dalla prossima settimana torno.

r.galullo@ilsole24ore.com

5 – to be continued (per le precedenti puntate si leggano anche

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/22/massomafia1-la-dna-valorizza-il-lavoro-delle-indagini-sui-riservati-di-ndrangheta-a-reggio-calabria-la-svolta-continua/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/21/castelvetrano-comune-dom-a-denominazione-di-origine-massonica-la-relazione-del-prefetto-di-trapani-sullo-scioglimento-per-mafia/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/20/logge-massoniche-magistrati-servitori-dello-stato-e-analisi-impietose-delle-dda-e-della-dna/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/19/claudio-fava-vuole-vietare-le-logge-a-magistrati-le-evidenze-i-dna-e-dda-di-reggio-calabria-e-la-fatwa-massonica/

 

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/09/caso-cucchilex-perito-della-procura-di-roma-francesco-introna-al-grande-oriente-ditalia-che-fa-concilia/

 

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/06/08/cacciato-il-ministro-del-tesoro-del-grande-oriente-ditalia-interdetto-dalle-cariche-per-5-anni-e-fuori-delle-logge-per-un-anno/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/05/30/giustizia-massonicarosy-bindi-commissione-antimafia-un-vero-e-proprio-ordinamento-separato-dentro-lo-stato/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/05/11/sequestro-elenchi-massoni-nel-ricorso-del-goi-a-strasburgo-il-timore-per-nomi-indirizzi-e-occupazione-di-600-grembiulini/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/05/10/sequestro-elenchi-massoni-ricorso-del-goi-a-strasburgo-montagna-da-scalare-a-mani-nude-il-gran-maestro-bisi-lo-sa/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/05/09/massoni-tra-i-carabinieri-di-torino-nella-gran-loggia-ditalia-degli-antichi-liberi-accettati-muratori-legittimo-ma-opinabile/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/04/12/si-accende-lo-scontro-tra-m5s-e-grande-oriente-sulla-restituzione-degli-elenchi-dei-massoni/


Due massoni calabresi uccisi dalla ‘ndrangheta: il commerciante Gianluca Congiusta e il chirurgo Nicolò Pandolfo

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-07/il-gran-maestro-bisi-inquisizione-massoni-regime-totalitario-211854.shtml?uuid=AElOSg1&fromSearch

Il Gran maestro Bisi alla Gran Loggia di Rimini del Goi: «Je suis un franc-maçon calabrese, sono un massone calabrese»

Via alla Gran Loggia Goi: a tifar Bisi ci saranno ancora i massoni calabresi e siciliani che ne hanno determinato la nomina a Gran maestro?

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/04/06/elenchi-massonirespinto-il-ricorso-della-gran-loggia-regolare-il-goi-si-appellera-alla-corte-europea-dei-diritti-delluomo/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/04/05/giuliano-di-bernardo-ex-gran-maestro-goi-e-glri-gli-elenchi-completi-della-p2-di-gelli-sono-allestero/

Esclusivo/ Di Bernardo, ex Gran maestro di Goi e Glri: «Gli emissari di Gelli provarono a comprarmi»

Esclusivo/ Di Bernardo (ex Goi): «Non troverete mafiosi negli elenchi dei massoni ma quelli che prendono ordini»

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/04/01/il-goi-rompe-gli-indugi-a-una-settimana-dalla-gran-loggia-presenta-ricorso-contro-il-sequestro-degli-elenchi-dei-massoni-e-sfida-rosy-bindi/

Il Gran maestro Venzi (Glri) a Rosy Bindi: «Sarei addirittura disponibile a pubblicare gli elenchi degli iscritti sul sito Internet»

Venzi (Glri): «Ho disincentivato la nascita di nuove logge nella jonica calabrese» – Binni (Gldi) «Calabria e Sicilia non vogliono controlli»

Chiesa e massoneria: guerra e pace tra don Ciotti e il Gran maestro Bisi (Goi) – Due massoni uccisi dalla ‘ndrangheta

Massoneria e Chiesa diavolo e acqua santa? Mica tanto: preti nella Gran loggia regolare e nella Gran loggia d’Italia

Elenchi massoni/ La Gdf avvia l’analisi di file e atti sequestrati al Goi – Il Gran maestro Bisi: «Non ci saremo, non siamo complici di illeciti»

A Castelvetrano – che ha dato i natali al nobiluomo Matteo Messina Denaro – sei logge e un massone ogni 109 abitanti

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/22/esclusivo-nellistanza-il-grande-oriente-goi-descrive-il-fantasma-intellettuale-che-ha-ispirato-la-strategia-di-indagine-di-rosy-bindi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/21/elenchi-massonila-glri-ricorre-al-riesame-contro-i-sequestri-nessuna-notitia-criminis-falle-interne-alle-obbedienze/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/16/esclusivo-il-testo-del-decreto-di-perquisizione-e-sequestro-al-goi-tra-i-motivi-lo-scioglimento-dimenticato-di-una-loggia-calabrese/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/15/elenchi-massoni-la-gran-loggia-regolare-ditalia-depenna-chi-non-da-il-consenso-alla-legge-sulla-privacy/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/10/elenchi-massoni-le-logge-non-potranno-ricorrere-contro-il-decreto-di-sequestro-della-commissione-antimafia-il-precedente-della-p2/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/07/i-massoni-con-le-crepe-e-il-buco-nellacqua-con-la-commissione-parlamentare-antimafia-intorno/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/03/02/elenchi-massoni-la-perquisizione-della-gdf-nella-sede-del-grande-oriente-ditalia-e-finita-allalba-la-risposta-del-goi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/21/elenchi-massoni-nuovo-duro-scontro-tra-commissione-antimafia-che-si-sente-presa-per-il-naso-e-goi-che-intanto-pensa-alla-calabria/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/10/esclusivo2-la-lettera-di-addio-al-goi-del-gran-maestro-di-bernardo-nel-93-le-comunioni-massoniche-estere-ci-hanno-condannati/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/09/esclusivo1-la-lettera-di-addio-al-goi-del-gran-maestro-di-bernardo-nel-93-ecco-perche-consegno-gli-elenchi-dei-massoni-al-pm-cordova/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/02/08/elenchi-massoni-altro-che-dare-i-nomi-allo-stato-e-lo-stato-che-riconsegna-con-le-scuse-gli-elenchi-di-cordova-al-goi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/24/elenchi-massoni-nessuno-batte-la-calabria-nelle-affiliazioni-1-ogni-293-residenti-ecco-i-numeri-regione-per-regione/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/22/elenchi-massoni-scontro-agli-sgoccioli-lantimafia-convoca-in-settimana-altre-tre-obbedienze/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/23/4589/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/20/bisi-goi-in-commissione-antimafia1-scontro-sugli-assessori-massoni-nel-regno-di-messina-denaro-i-nomi-della-loggia-di-castelvetrano/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/22/bisi-goi-in-commissione-antimafia3-le-colonne-di-ercole-abbattute-nelle-logge-di-locri-gerace-e-brancaleone-questione-di-guanti-e-grembiuli/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/26/che-fine-ha-fatto-lobbligo-di-dichiararsi-massoni-nella-pa-sancito-dal-consiglio-di-stato-rosy-bindi-ce-lo-ricorda/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/09/27/bindi-in-commissione-antimafia-al-gran-maestro-bisi-fuori-gli-elenchi-dei-massoni-sara-guerra-senza-esclusione-di-colpi/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/13/ultimora-il-gran-maestro-del-goi-stefano-bisi-mercoledi-18-torna-in-commissione-antimafia-e-questa-volta/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2017/01/18/stefano-bisi-gran-maestro-del-goi-ho-gia-spiegato-perche-non-possiamo-fornire-gli-elenchi-dei-fratelli/)

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/12/13/a-vibo-valentia-un-massone-ogni-18-maschi-maggiorenni-i-sandali-nella-polvere-e-la-testa-nel-cielo-di-tutta-la-calabria/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/10/rete-di-matteo-messina-denaro1-beppe-lumia-chiede-al-ministro-alfano-di-acquisire-le-liste-dei-massoni-siciliani/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/11/rete-di-matteo-messina-denaro2-il-pentito-la-maggior-parte-delle-decisioni-erano-subordinate-alla-loggia/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/12/rete-di-matteo-messina-denaro3-lo-spirito-della-fu-loggia-scontrino-e-piu-vivo-e-vegeto-che-mai/

http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2016/02/16/rete-di-matteo-messina-denaro4-a-trapani-la-legge-imposta-dalle-logge-selvagge/)

  • cesare de gasperis |

    Buongiorno .
    Non ho una specifica conoscenza del territorio maceratese ne delle componenti sociali e culturali che mi possano confortare nell’esprimere una opinione attendibile; debbo quindi riconoscere alla gentile Cristina , se si esprime in tal senso, una più approfondita conoscenza e consapevolezza .
    Peraltro , per quel poco che ho imparato dalla vita, raramente in italia abbiamo avuto da temere le azioni dei criminali “dementi” mentre ben più perniciosi mi sono sempre apparsi quelli “belli, furbi e intelligenti” di non specifica collocazione regionale .
    Invece concordo pienamente con quanto dalla lettrice sempre sostenuto e cioè che “affiliarsi” possa talvolta essere assolutamente demenziale ; io sono personalmente affiliato da trent’anni all’ACI e, che ci si creda o no, non ho mai avuto bisogno di un carro attrezzi . Per non sentirmi demente prima o poi mi sfascio la macchina da solo e poi chiamo il carro attrezzi e dirò soddisfatto :”Socio ACI…!”
    Ma forse non è demente l’affiliarsi a qualcosa ma ciò che fai quando, dopo esserti affiliato, decidi di comportarti da demente/delinquente . In fondo “demente” non è una vera e propria offesa se pensiamo che spesso, in Italia, sono proprio i disonesti a considerare “Dementi” gli onesti .

  • cristina |

    nel maceratese la massoneria è criminale e demenziale – ho sempre sostenuto che affiliarsi equivale dire demenza.

  • Paolo Piazzini |

    Certo che fa quasi tenerezza sentir parlare della Santa quasi fosse un fenomeno nuovo, di cui si debbano ancora spiegare la struttura, i mezzi, le finalità. Esiste da 50 anni, se ne relaziona in Commissione Antimafia da almeno 20 (sia della Santa che di Paolo Romeo!). Poi si “getta la spugna con gran dignità”, da sempre. Sarà perchè abbiamo dovuto aspettare un secolo per il reato di associazione mafiosa? Sarà perchè dopo che è arrivato non l’abbiamo usato per Andreotti? Sarà perchè gli innocenti come Freda (ma anche gli imputati per la strage di Pizzolungo) si sono poi scoperti colpevoli ma non più processabili? O perchè colpevoli come Scarantino si sono scoperti innocenti troppo tardi? Intanto il tempo passa e mentre la Massoneria festeggia 300 anni di attività, lo Stato (ri)scopre la Santa e discute sui diritti dell’Uomo a non morire in carcere…

  • maria |

    Le parole usate da Dolce, giustissime a mio parere, come verranno recepite da” chi regola la vita e la morte del sud”?
    Quello che ha detto Dolce, io l ‘ho appreso soltanto da questo Blog!
    In Sicilia, nessun quotidiano on line, cartaceo, o altro, ne sta parlando, neanche il giornale che pubblico’ gli iscritti, “solo i nomi e senza cognomi” degli iscritti in provincia di Trapani….
    Quindi, se a quese parole, non seguiranno “fatti”, che potrebbero dare un scossa forte a questa “gestione del potere”, resteranno parole inutili e queste parole usate da Dolce, scivoleranno come nulla fosse in “chi” dovrebbe invece rimanere “bruciato” da “esse”.

  Post Precedente
Post Successivo